Grave atrofia mascellare risolta con gli impianti zigomatici

  • Home
  • -
  • I casi
  • -
  • Grave atrofia mascellare risolta con gli impianti zigomatici

Contenuti dell'articolo

Riabilitazione di mascellare con scarsissima quantità di osso, eseguita dal dr. Cesare Paoleschi, per ridare un nuovo sorriso fisso al paziente.

 

Le moderne tecniche di implantologia

Le moderne tecniche di implantologia osteointegrata consentono di restituire una nuova dentatura fissa anche a quei pazienti che non hanno più osso. In questo modo è possibile dire addio ai fastidi della dentiera, soluzione molto spesso proposta da dentisti che non ricorrono a queste nuove metodiche chirurgiche.

Il risultato, come nel caso del paziente che vi raccontiamo in questo articolo, è quello di tornare ad avere una bocca esteticamente gradevole ma soprattutto funzionale grazie a una dentatura fissa.

Il caso clinico: situazione iniziale

Nel mese di novembre 2020, il paziente si è recato presso il centro odontoiatrico Iris di Arezzo per sottoporsi ad una prima visita con il dr. Cesare Paoleschi. 

Nell’arcata superiore presentava una protesi avvitata su una barra, agganciata a due impianti dentali che non erano più ancorati correttamente all’osso a causa di un avanzato stato di atrofia. Questa condizione arrecava al paziente forti dolori e difficoltà masticatorie a causa dell’instabilità della protesi.

panoramica grave atrofia

 

Panoramica effettuata durante la prima visita

bocca con barra e impianti falliti

 

Foto della bocca durante prima visita

Il progetto di riabilitazione della grave atrofia

Il dr. Cesare Paoleschi, dopo aver analizzato attentamente la situazione clinica del paziente, ha optato per una riabilitazione mediante diverse tecniche di implantologia.

mascellare tridimensionale grave atrofia impianti zigomatici

 

Modello in 3D del mascellare utilizzato dal dr. Cesare Paoleschi per lo studio del caso.

Una volta rimossi i due impianti falliti, il dr. Cesare ha inserito nell’arcata dentaria superiore:

  • 2 impianti endossei nella parte centrale;
  • 2 impianti pterigoidei nelle due estremità;
  • 2 impianti zigomatici nella parte sinistra (guardando lo schemo)
  • 1 impianto zigomatico nella parte destra

impianti zigomatici

 

Panoramica eseguita dopo l’intervento chirurgico

Grazie a questo nuovo assetto implantare, che ha sfruttato il poco osso residuo mascellare nella parte centrale e l’ottima consistenza dell’osso zigomatico e dell’osso sfenoide, il paziente, dopo appena 15 giorni dall’intervento chirurgico, ha potuto avere una nuova dentatura fissa saldamente ancorata agli impianti.

sorrio impianti zigomaticiImmagine sorriso a seguito posizionamento nuova protesi fissa

L’intervento è stato eseguito in anestesia generale, dal dr. Cesare Paoleschi, presso il centro chirurgico Iris di Viareggio (dir. san. d.ssa S. Ganghini).

Un caso, come tanti altri, che riaccende la speranza di poter tornare ad avere una nuova dentatura fissa nonostante la scarsità o assenza di osso mascellare.

Informazioni relative al Dr. Cesare Paoleschi

paoleschi impianti zigomaticiIl dr. Cesare Paoleschi ha esperienza nel campo dell’implantologia osteointegrata da oltre 30 anni. Da 10 anni esegue riabilitazioni mediante la metodica chirurgica degli impianti zigomatici.

Il dottor Cesare Paoleschi è laureato in odontoiatria e protesi dentaria ed è iscritto all’albo degli odontoiatri di Lucca al numero 3. Visita e opera presso i centri odontoiatrici Iris della Toscana e presso il suo studio professionale di La Spezia.

 

Richiedi maggiori informazioni direttamente al dr. Cesare Paoleschi compilando il form sottostante