Caso di grave atrofia mascellare

  • Home
  • -
  • I casi
  • -
  • Caso di grave atrofia mascellare

Nuovo caso di riabilitazione di grave atrofia mascellare eseguito dal dr. Cesare Paoleschi.

Situazione iniziale grave atrofia mascellare

La paziente, di anni 70 anni, non aveva più denti nell’arcata superiore. A causa della grave atrofia ossea, i dentisti a cui si era rivolta in precedenza le avevano negato la possibilità di mettere una protesi fissa.

panoramica grave atrofia mascellare
Panoramica prima dell’intervento chirurgico

Per diversi anni ha così convissuto con una dentiera mobile che, però, le creava disagi nel mangiare e nel sorridere.

La riabilitazione grave atrofia mascellare mediante impianti zigomatici.

Il dr. Cesare Paoleschi, una volta studiato attentamente il caso clinico, ha optato per una riabilitazione adottando diverse tecniche di implantologia.

Nella zona centrale dell’arcata ha inserito 3 impianti endossei, sfruttando al massimo la quantità di osso residuo.

Per creare un sistema di ancoraggio solido alla protesi, ha inserito lateralmente due impianti zigomatici e un impianto pterigoideo.

Gli impianti zigomatici sono impianti che vengono posizionati direttamente nelle ossa zigomatiche che, solitamente, presentano una buona consistenza in grado di consentire l’osteointegrazione degli impianti e un sistema stabile di ancoraggio. 

L’implantologia zigomatica permette di evitare l’alternativa degli innesti d’osso, che è considerata di più complessa e lunga realizzazione.

Nella parte sinistra dell’arcata (guardando l’immagine sottostante), il dr. Cesare ha inserito anche un impianto pterigoideo, un impianto dentale che viene introdotto posteriormente al primo molare dell’arcata superiore (mascellare), all’interno del piatto pterigoideo la cui densità ossea offre un’ottima stabilità di ancoraggio degli impianti.

grave atrofia mascellare risolta con impianti zigomatici
Panoramica post intervento

Data la buona stabilità degli impianti, valutata dal dr. Cesare con un apposito strumento, la paziente ha potuto avere i denti fissi dopo poche ore dall’intervento grazie alla tecnica del carico immediato.

La riabilitazione dell’arcata inferiore

Nell’arcata inferiore, invece, sono stati salvati i denti naturali residui della paziente e inseriti 2 impianti endossei per lato su cui saranno inseriti i nuovi denti che consentiranno di completare l’intera arcata dentaria.

Nuova funzionalità ed estetica della bocca a seguito riabilitazione grave atrofia mascellare

La paziente grazie a questo intervento di riabilitazione ha potuto finalmente avere una bocca con una dentatura esteticamente gradevole ma soprattutto una buona funzionalità che le permetterà di mangiare senza problemi.

Di seguito le immagini prima e dopo del suo sorriso.

sorriso prima e dopo impianti zigomatici

Informazioni ulteriori

L’intervento è stato eseguito in anestesia generale presso il centro chirurgico Iris di Viareggio ( Direttore Sanitario D.ssa Silvana Ganghini, laureata in Medicina.) in data 11 novembre 2020 dal dr. Cesare Paoleschi, odontoiatra implantologo con oltre 30 anni di esperienza nella riabilitazione delle gravi atrofie, laureato in odontoiatria e protesi dentaria ed iscritto all’albo degli odontoiatri di Lucca la nr. 3.

Il dr. Cesare visita e opera presso i centri odontoiatrici Iris della Toscana e presso il suo studio professionale di La Spezia.

Per maggiori informazioni chiama il numero verde 800198419 oppure prenota una visita direttamente online con il dr. Cesare Paoleschi